Bacchus - Disegni originali di Eddie Campbell


BIBLIOTECA CLASSENSE, VIA BACCARINI 3
Visite guidata condotta dall'autore sabato 11 ottobre alle ore 11.00
Aperta fino al 2 novembre 
Orari: dal lunedì al venerdì 9.00 -19.00 , sabato 9.00 -14.00

Bacchus è una serie a fumetti bizzarra e beffarda che ha come protagonista il dio del vino e della baldoria, volta a rivisitare sarcasticamente il mito e a mostrare come Bacco in realtà viva ancora oggi tra di noi, dove e come.

 

La realizzazione di Bacchus ha impegnato Eddie Campbell per più di dieci anni, dal 1987 al 1999, e dopo essere stata pubblicata da varie case editrici, nel 1995 la sua produzione passa definitivamente alla Eddie Campbell Comics.

 


Un dio Bacco di 4.000 e passa anni, come fosse fuoriuscito dai confini del mito e avesse vissuto qualche anno nella Los Angeles bukowskiana, racconta in prima persona e ci fornisce un divertente resoconto delle sorti toccate agli dei greco-romani. Sigilla il racconto il volume  numero 10, ma la versione finale definitiva vuole l'incontro tra Bacchus e il suo creatore in una delle storie di Alec - il progetto primo di Campbell -  poi pubblicata in Bacchus #50.

 

All'interno del contesto narrativo di Bacchus, il racconto della decimazione del pantheon greco è particolarmente efficace: come la storia si sviluppa, divinità immortali, distanti e difficili diventano imperfette, ambiziose nel loro decadimento e sorprendentemente simpatiche proprio in quanto anacronistiche e grottesche. Con una straordinaria abilità ed inventiva nella costruzione dei personaggi, Eddie infonde così nuova, divertente, vita in essi. Altro pregio di questo lavoro, che è diventato un must di lettura per ogni appassionato del fumetto, è l'ottima gestione e il pattern delle scene, soprattutto se particolarmente affollate e confusionarie.



Eddie Campbell è un ospite della decima edizione del Festival Komikazen. Sarà lui stesso a presentare le tavole di questo lavoro con una visita guidata sabato 11 ottobre alle ore 11.00. Un appuntamento da non perdere.

...Immortality isn't forever (Bacchus vol I).